Cervo e la musica

Nel 1964 il violinista ungherese Sandor Vegh s’innamorò della chiesa dei Corallini e della straordinaria acustica del luogo e convinse l’Amministrazione comunale a lanciarsi in un’impresa che sembrava titanica e che è divenuta uno dei festival estivi più famosi e longevi del panorama nazionale.

Sul palco-sagrato del Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo, dominato dai tenui colori pastello e dagli stucchi rococò della facciata della chiesa di San Giovanni Battista, hanno suonato tutti i grandi della musica classica e non solo le stelle di casa nostra, da Uto Ughi a Benedetto Michelangeli, da Salvatore Accardo e Severino Gazzelloni. Negli anni, il rapporto tra Cervo e la musica si è fatto più stretto e fruttuoso, con altri festival satelliti, dedicati a specifici strumenti e generi musicali, e soprattutto con l’Accademia estiva che grazie al prestigio dei maestri e alla bellezza del borgo richiama da quasi vent’anni centinaia di giovani musicisti da tutto il mondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...